BLEFAROPLASTICA

La blefaroplastica è indicata per correggere lo sguardo “stanco” e appesantito, per alleggerire la palpebra superiore cadente (blefaroplastica superiore) e per eliminare le antiestetiche “borse” e il gonfiore presenti sotto gli occhi ed eliminare le rughe (blefaroplastica inferiore). Naturalmente, la combinazione dei due interventi consente di raggiungere tutti i risultati in un’unica seduta operatoria. A livello della palpebra inferiore, qualora non sia necessario rimuovere del tessuto cutaneo ma solo intervenire a livello delle borse adipose, è possibile utilizzare la tecnica cosiddetta “transcongiuntivale” che presenta il vantaggio di non lasciare nessuna cicatrice visibile.

La blefaroplastica superiore, inferiore, e combinata

L’intervento di blefaroplastica consiste in:

  • Rimozione dell’eccesso di pelle a livello palpebrale
  • Rimozione dell’eccesso di muscolo orbicolare
  • Riduzione o riposizionamento delle borse adipose, che sono piccoli accumuli di grasso situati dietro il muscolo orbicolare

INTERVENTOBLEFAROPLASTICA
DESCRIZIONELa blefaroplastica è un intervento che si esegue in anestesia locale, eventualmente associata a una minima sedazione, e dura da 40 minuti (blefaroplastica superiore) a un massimo di 2 ore (blefaroplastica combinata), variabili anche in funzione della complessità del caso.
-Si esegue in regime di day hospital, con dimissione dopo circa 2 ore dall’intervento.
-I punti di sutura sono nascosti nella piega della rima palpebrale, e vengono rimossi mediamente dopo 5 giorni dall’intervento. Non vengono applicati né cerotti, né medicazioni particolari, pertanto alla dimissione e nei giorni successivi i normali occhiali da sole sono più che sufficienti a “nascondere” i segni dell’intervento. Nel caso in cui non ci sia cute da rimuovere, si può optare per la tecnica transcongiuntivale. In questo caso l’incisione viene eseguita a livello della parte interna dell’occhio (congiuntiva) e di conseguenza non vengono applicati punti di sutura, né quindi sono visibili cicatrici.
Il dolore post-operatorio è in genere assente o molto contenuto, e in ogni caso controllabile mediante semplici analgesici. L’edema (gonfiore) e le ecchimosi (lividi) successivi all’intervento si risolvono spontaneamente nel giro di qualche giorno. La ripresa delle normali attività quotidiane può avvenire entro le 24-48 ore successive all’intervento.
RISULTATIL’intervento di blefaroplastica conferisce al volto un aspetto immediatamente più fresco, riposato e giovanile, caratterizzato da uno sguardo vivace e aperto, nel pieno rispetto della naturalezza dell’espressione del viso. La blefaroplastica, infatti, non modifica in alcun modo la forma dell’occhio e la posizione del sopracciglio, che possono essere invece modificati su richiesta del paziente associando l’intervento di blefaroplastica con altre metodiche chirurgiche, o attraverso altri interventi chirurgici specifici.

PRECAUZIONISuccessivamente all’intervento, si consiglia di sospendere l’attività sportiva e di non esporsi al sole o all’azione delle lampade solari, o di frequentare sauna o bagno turco, per 30 giorni. Nelle prime due settimane successive all’intervento di blefaroplastica è necessario indossare occhiali da sole per proteggere la parte operata dall’azione dei raggi solari e dagli agenti atmosferici.
CICATRICIPoco visibili già dal primo mese successivo all’intervento, le sottilissime cicatrici della blefaroplastica diventano col tempo praticamente invisibili.
COMPLICANZETra le complicanze, comunque rarissime per questo intervento, si possono menzionare i difetti di cicatrizzazione, eventuali infezioni, che in ogni caso rispondono velocemente a terapia antibiotica, e la comparsa di ematomi.