CHIRURGIA CUTANEA

Per “chirurgia ambulatoriale” si intende tutta quella piccola chirurgia eseguibile in anestesia locale senza alcun tipo di sedazione e senza necessità di ricovero per il paziente. È infatti eseguibile in un ambulatorio chirurgico attrezzato, senza la necessità di andare in sala operatoria.

Si tratta di una chirurgia molto veloce (solitamente non oltre 30 minuti) che non comporta alcun disagio per il paziente, e con dimissione e ripresa delle normali attività quotidiane pressochè immediate.

Affinché sia eseguibile in regime ambulatoriale, oltre a verificare la relativa semplicità e velocità dell’intervento, è indispensabile verificare le buone condizioni di salute del paziente. Viceversa, in casi particolari (pazienti molto anziani, cardiopatici, o con patologie di rilievo) la stessa metodica viene eseguita in sala operatoria, con assistenza anestesiologica.

La chirurgia ambulatoriale più frequente riguarda la rimozione e revisione di:

Nei benigni e maligni (in quest’ultimo caso viene effettuato anche l’esame istologico)

Cisti sebacee (neoformazioni benigne sottocutanee spesso soggette a infiammazione)

Lipomi (piccoli accumuli benigni di tessuto adiposo)

Cicatrici chirurgiche e/o post-traumatiche