LIPOSCULTURA

La liposcultura (o liposuzione o lipoaspirazione o lipostruttura) consiste nella rimozione del tessuto adiposo in eccesso mediante l’utilizzo di sottili cannule che frantumano e aspirano il grasso.

Tra le regioni del corpo sulle quali si interviene, singolarmente o in combinazione tra di loro, vi sono:

  • La parte interna delle cosce
  • La parte esterna delle cosce (la cosiddetta “culotte de cheval”)
  • La parte interna delle ginocchia
  • La parte interna ed esterna delle braccia
  • L’addome
  • La regione sovrapubica
  • I fianchi (le cosiddette “maniglie dell’amore”)
  • Il dorso
  • La regione mammaria (nei casi di ginecomastia)
  • La regione cervicale (il cosiddetto “doppio mento”).

Il tessuto adiposo rimosso non si riforma più. Infatti, gli adipociti cessano di aumentare di numero verso i 17-18 anni di età; da qui in poi il loro numero rimane costante, e di conseguenza il tessuto adiposo asportato non è più in grado di riformarsi. Ciononostante, è indipensabile che il paziente mantenga un peso costante, diversamente potrà perdere parte del risultato ottenuto in quanto gli adipociti residui conservano comunque la capacità di aumentare di volume.

Le indicazioni per la liposcultura

La liposcultura è indicata nei pazienti che hanno del tessuto adiposo in eccesso, localizzato in uno o più punti del corpo, resistente a qualsiasi dieta o attività fisica. Serve quindi per ricreare un’armonia e una proporzione nei vari distretti corporei, e non è indicata invece nei casi in cui il paziente sia in forte sovrappeso. Infatti, lo scopo della liposcultura non è quello di perdere peso o di dimagrire, ma bensì di riproporzionare e di rimodellare armoniosamente volumi e forme. Affinchè l’esito dell’intervento sia positivo, è essenziale che la cute sia di buona qualità, tonica, elastica, e quindi in grado di adattarsi ai nuovi volumi corporei. Nei casi in cui vi sia un eccesso cutaneo o in cui la cute sia rilassata, è indispensabile associare alla liposcultura altri interventi: addominoplastica, lifting delle cosce e delle braccia.

I risultati della liposcultura

L’intervento di liposcultura conferisce al corpo un aspetto meglio proporzionato e più armonioso.

Nel caso specifico della regione interna delle cosce, il risultato è particolarmente apprezzabile in quanto l’intervento consente di risolvere l’eventuale sfregamento di una coscia con l’altra durante la deambulazione, che crea disagio, dolore, e irritazione cutanea.

La liposcultura della regione interna delle ginocchia riesce a snellire visibilmente la zona di giunzione tra coscia e gamba, conferendo così alle gambe nel loro insieme una linea molto più slanciata, gradevole e femminile.

La liposcultura dell’addome restituisce al paziente un aspetto più snello e attraente, ed elimina gli antiestetici “rotolini” di grasso che appesantiscono il profilo.

Nel caso della liposcultura brachiale, le braccia riacquistano un aspetto più elegante e sottile, che permette di indosssare con sicurezza anche gli abiti sbracciati.

Dopo la liposcultura, i fianchi risultano più snelli e rimodellati, e il giro-vita risulta visibile ed esaltato.

Gli esiti dell’intervento sono visibili per lungo tempo, a condizione che il paziente mantenga un peso corporeo il più costante possibile.

L’intervento di liposcultura

La liposcultura è un intervento che si può eseguire in anestesia locale, con sedazione, in anestesia generale o spinale a seconda della sede da trattare, e soprattutto della quantità di tessuto adiposo da asportare.

Può durare da 30 minuti, nei casi delle liposuzioni in una sola regione del corpo, fino ad anche 3-4 ore nei casi più severi.

Si esegue quasi sempre in regime di day-hospital, con dimissione dopo poche ore dall’intervento. Solo occasionalmente, e comunque solo nei casi più importanti, è prevista una notte di degenza con dimissione la mattina seguente.

Le cannule utilizzate hanno diverse lunghezze, diversi diametri, e conformazioni diverse a seconda del distretto corporeo da trattare e del quantitativo di tessuto adiposo da asportare.

Generalmente si consiglia in ogni singola seduta operatoria di non asportare più del 5% del peso corporeo al fine di consentire al paziente una ripresa immediata, e soprattutto al fine di minimizzare il rischio di complicanze nel post-operatorio.

Viene solitamente applicato un singolo punto di sutura per ogni incisione, che viene rimosso mediamente dopo 7 giorni dall’intervento.

Non vengono applicate medicazioni particolari, tuttavia il paziente deve indossare una apposita guaina contenitiva giorno e notte, per i 30 giorni successivi, al fine di rendere più veloce la scomparsa dell’edema, e soprattutto per favorire l’assestamento dei lembi cutanei sopra le strutture muscolari sottostanti.

Il dolore post-operatorio, quando presente, è controllabile con i normali farmaci antidolorifici.

Le ecchimosi (lividi) successive all’intervento si risolvono spontaneamente nell’arco di circa 2 settimane; l’edema (gonfiore) invece impiega più tempo a risolversi completamente, ed è per questo motivo che i risultati della liposcultura sono parzialmente visibili già dopo 3-4 settimane, ma si assestano completamente nel giro di 3-4 mesi.

La ripresa dell’attività è possibile entro le 24-48 ore successive all’intervento.

Precauzioni dopo la liposcultura

Successivamente all’intervento, si consiglia di sospendere l’attività sportiva e di non esporsi al sole o all’azione delle lampade solari, o di frequentare sauna o bagno turco, per 30 giorni.

Le cicatrici della liposcultura

Indipendentemente dalla zona del corpo trattata, le cicatrici hanno dimensioni inferiori al centimetro, sono sottilissime, sono localizzate in pieghe naturali e in zone facilmente occultabili, e con il tempo diventano praticamente invisibili.

Le complicanze della liposcultura

Le complicanze della liposcultura, comunque rarissime, comprendono fibrosi (indurimento temporaneo dei tessuti sottocutanei), asimmetrie, asportazione incompleta del tessuto adiposo, depressioni; queste ultime possono dipendere spesso da gesti chirurgici troppo aggressivi, e comunque sono facilmente correggibili in un secondo momento.