RICOSTRUZIONE DEL CAPEZZOLO

Con questo intervento si ricostruisce chirurgicamente il capezzolo di una mammella precedentemente operata di tumore al seno.

Le indicazioni per la ricostruzione del capezzolo

Sono candidate all’intervento tutte le pazienti che sono state già sottoposte a demolizione del seno in seguito a una problematica oncologica e che hanno già completato l’iter di ricostruzione mammaria.

I risultati della ricostruzione del capezzolo

L’intervento permette di ridare alla donna precedentemente operata un nuovo capezzolo il più possibile simile al capezzolo controlaterale.

L’intervento di ricostruzione del capezzolo

La ricostruzione del capezzolo consiste nell’allestimento di piccoli lembi cutanei che vengono mobilizzati e modellati al fine di dare una giusta proiezione al capezzolo.

L’intervento si esegue in anestesia locale, in regime ambulatoriale, dura circa 30 minuti e prevede la dimissione immediata.

Non è presente alcun dolore post-operatorio, e la ripresa della normale attività quotidiana è immediata.

Precauzioni dopo la ricostruzione del capezzolo

Non è prevista alcuna precauzione particolare, tuttavia la paziente non potrà esporsi al sole, fare lampade abbronzanti o recarsi nella sauna o nel bagno turco per i 30 giorni successivi all’intervento.

Le cicatrici della ricostruzione del capezzolo

Le cicatrici sono di ridottissime dimensioni, e col tempo diventano praticamente invisibili.

Le complicanze della ricostruzione del capezzolo

Sono rarissime. La più frequente è quella di una progressiva riduzione della proiezione del capezzolo con il passare del tempo; tale riduzione è comunque correggibile in un secondo tempo, sempre in regime ambulatoriale.