Cryoliposculpt (criolipolisi), eliminare il grasso senza chirurgia.

Il termine “criolipolisi”, che nasce dalla combinazione di “criogenesi” e di “lipolisi”, descrive un trattamento medico non invasivo capace di distruggere le cellule di grasso (adipociti). La metodica risale agli anni ’70 e ai lavori scientifici di due medici americani, Dieter Manstein e Rox Anderson, che dimostrarono per la prima volta come le cellule di grasso sottocutaneo siano per natura più vulnerabili all’estrazione di energia (raffreddamento) rispetto ai tessuti che le circondano. Il meccanismo di azione della criolipolisi si basa infatti sul raffreddamento controllato, che induce la morte fisiologica (apoptosi) delle cellule di grasso sottocutaneo senza danno ai tessuti circostanti come nervi o cute. Cristallizzate dal freddo generato dal macchinario Cryoliposculpt, le cellule distrutte vengono eliminate gradualmente dall’organismo, riducendo così il volume dello strato adiposo nell’area trattata.

Dopo il trattamento il peso corporeo resterà sostanzialmente invariato, ma la zona su cui si è agito sarà progressivamente e visibilmente più sottile e snella. Estendendo la criolipolisi a più zone del corpo sarà possibile ridefinire e rimodellare progressivamente il profilo dell’intera figura, raggiungendo risultati molto simili a quelli di un body contouring chirurgico.

Indicazioni
Accumuli localizzati di grasso sottocutaneo tenace, resistente a dieta ed esercizio fisico, anche associati a lassità cutanea lieve, in individui normopeso o in leggero sovrappeso. E’ possibile trattare qualsiasi accumulo, anche di piccole dimensioni (per esempio i depositi che si formano sul dorso in corrispondenza del reggiseno) purché sia presente una quantità di grasso sufficiente a essere aspirata dal manipolo. Cryoliposculpt non è un trattamento dimagrante; il suo obiettivo è ricreare armonia e proporzione nei vari distretti corporei, e non è indicato in soggetti in forte sovrappeso.

Cryoliposculpt, il trattamento
L’operatore applica sulla zona interessata uno speciale manipolo che per mezzo del vuoto aspira al suo interno il pannicolo da trattare, e lo raffredda in superficie (fino a -10°C). La temperatura della pelle è controllata in continuo da un sensore. Il trattamento dura circa 25-35 minuti/zona, è indolore e pertanto non richiede anestesia, non lascia segni né cicatrici, e consente il ritorno immediato alle normali attività quotidiane. E’ possibile trattare più zone nella stessa sessione. L’applicazione termina con un breve massaggio a livello della parte trattata, e può essere ripetuta, se necessario, a distanza di 1 mese.

Cryoliposculpt può essere associato a Vasculase, che combinando l’azione sinergica di laser e vacuum ritmato stimola l’eliminazione dei liquidi in eccesso e delle tossine, ed è indicato nel trattamento della cellulite ai primi stadi evolutivi.

Cryoliposculpt, le zone di trattamento

> addome
> fianchi (“maniglie dell’amore”)
> regione sovrapubica
> dorso, porzione superiore, mediana e inferiore
> glutei: “culotte de cheval” e pieghe sottoglutee
> interno ed esterno delle cosce
> interno ed esterno delle ginocchia
> interno ed esterno delle braccia
> regione cervicale (“doppio mento”)

Risultati
Con Cryoliposculpt è possibile eliminare complessivamente fino al 25% del grasso sottocutaneo presente nella zona trattata. I risultati compaiono gradualmente a partire dalla terza-quarta settimana, a mano a mano che l’organismo smaltisce gli adipociti degradati, e si consolidano nell’arco di 2-4 mesi.

Ogni anno l’organismo umano rinnova circa il 10% degli adipociti, perciò ogni distruzione sarà seguita da una ricostituzione compensatoria. Nel lungo termine le cellule staminali e i preadipociti sostituiranno le cellule distrutte dando vita a nuovi adipociti. Inoltre, gli adipociti sopravvissuti alla criolipolisi conservano la capacità di aumentare di volume. Per mantenere il risultato del trattamento nel tempo è quindi indispensabile controllare il peso.

Complicanze
Raramente lieve rossore o irritazione locale, gonfiore. Tutti i sintomi si attenuano progressivamente fino a scomparire nell’arco di qualche ora.

Controindicazioni
Malattie autoimmuni, condizioni venose severe, gravidanza e allattamento, ernia, malattia di Reynaud.
Metodiche a confronto: Criolipolisi, laserlipolisi, liposuzione (o lipoaspirazione, o liposcultura)

Caratteristiche Metodica
Criolipolisi Laserlipolisi Liposuzione
Modalità non invasiva chirurgica chirurgica
Meccanismo di azione criogenesi (raffreddamento controllato del grasso sottocutaneo) surriscaldamento del grasso sottocutaneo frantumazione meccanica del grasso sottocutaneo
Smaltimento grasso vie naturali aspirazione aspirazione
Anestesia no
Risultati fino a -25% del grasso fino a -70-80% del grasso
Ripresa immediata no no
Costo * ** ***